S'more

C’è qualcosa di magicamente evocativo nel rituale di sedersi intorno a un falò scoppiettante, mentre le stelle danzano silenziosamente sopra di noi sotto il manto notturno. È in questo scenario da cartolina che nasce uno dei piatti più amati e semplici della tradizione culinaria all’aperto americana: lo s’more. La storia di questo dolce comfort food affonda le sue radici nei cuori dei boy scout, dove la prima apparizione documentata risale al 1927, nel manuale “Tramping and Trailing with the Girl Scouts”. Il nome s’more, una contrazione colloquiale di “some more” (qualcosa in più), suggerisce l’inesauribile desiderio di ripetere l’esperienza di gustare questo dolcetto.

Immaginatevi: le mani avvolte intorno a una tazza fumante di cioccolata calda, il profumo di marshmallow che si caramellano sulla punta di un ramo appena scelto. Lo s’more è la quintessenza della semplicità: un marshmallow soffice e caldo schiacciato tra due graham cracker croccanti con un quadrato di cioccolato fondente che, sotto il calore del marshmallow, si scioglie in una deliziosa colata golosa. È il connubio perfetto di texture e sapori, che crea un’armonia irresistibile al palato.

Oggi, lo s’more è diventato un’icona che va ben oltre i falò e i campeggi. Dalle varianti gourmet nei ristoranti di tendenza agli s’mores casalinghi preparati con il microonde o il forno, questo piatto confortante continua a incantare e adattarsi ai tempi moderni. Ma non importa quanto sia sofisticata la sua preparazione, lo s’more rimarrà sempre un simbolo di condivisione, di storia e di quelle memorie di infanzia che si rinnovano ogni volta che il cioccolato e il marshmallow si incontrano in un delizioso abbraccio. Dunque, preparate i vostri bastoncini e i vostri ingredienti, perché questa sera vi invitiamo a riscoprire il piacere di raccontare storie e creare ricordi, uno s’more alla volta.

S’more: ricetta

Ingredienti:
– Marshmallows
– Cioccolato al latte o fondente
– Graham crackers (o biscotti secchi se non disponibili)

Preparazione:

1. Prendi un marshmallow e infilzalo su un bastoncino lungo e pulito.
2. Scalda il marshmallow sopra la fiamma di un fuoco fino a quando non si dora e diventa morbido al centro.
3. Nel frattempo, rompi un graham cracker a metà e posiziona un pezzo di cioccolato su una delle metà.
4. Quando il marshmallow è caldo e fuso, posizionalo sopra il cioccolato.
5. Copri con l’altra metà del biscotto, premendo leggermente.
6. Attendi alcuni secondi affinché il calore del marshmallow sciolga leggermente il cioccolato.
7. Gusta il dolcetto mentre è ancora caldo.

Questo dolce è perfetto per le serate estive all’aperto o come comfort food nelle fredde notti invernali.

Abbinamenti possibili

Immergetevi nell’esperienza sensoriale del campeggio creando abbinamenti prelibati per accompagnare il classico dolce delle notti stellate. Iniziate il vostro viaggio gustativo degustando questa espressione di bontà americana appena preparata, dove il calore del fuoco ha reso morbido il marshmallow e il cioccolato una tentazione colante. Accompagnatela con una tazza di cioccolata calda per intensificare il sapore del cacao o sorseggiate un caffè nero che, con la sua amarezza, bilancerà la dolcezza.

Dopo la prima assaporazione, potreste sentire il richiamo di una freschezza contrastante. In questo caso, al gusto intenso e dolce si sposa bene un bicchiere di latte freddo, che rinfresca il palato e pulisce la bocca tra un boccone e l’altro. Per gli amanti del vino, invece, scegliete un Porto, il cui carattere dolce e corposo si intreccia con le sfumature golose del cioccolato e della crema di marshmallow, creando un connubio indimenticabile.

Se desiderate un abbinamento più audace, un whisky con note di caramello o vaniglia può sorprendere piacevolmente, con il suo calore che si fonde agli aromi del dolcetto, creando un’esperienza unica. Infine, non sottovalutate il piacere di affiancare frutta fresca, come fragole o lamponi, per aggiungere un tocco di acidità e una piacevole variazione di texture, che renderà ogni assaggio ancora più appagante.

Idee e Varianti

Parliamo di s’mores e delle sue varianti, quei piccoli capolavori di semplicità che hanno conquistato i palati di grandi e piccini. Il fascino dello s’more risiede nella sua versatilità; la ricetta originale prevede un marshmallow tostato e un pezzo di cioccolato racchiusi in due biscotti graham. Ma non fermiamoci qui! La creatività in cucina porta a sperimentare e reinventare, dando vita a nuove e irresistibili versioni.

Immagina, ad esempio, di sostituire il classico cioccolato al latte con una variegata selezione di cioccolatini ripieni, magari al burro di arachidi o alla menta, per giocare con sapori inediti e sorprendenti. Oppure, pensa a quelle barrette di cioccolata con nocciole intere che, una volta sciolte tra i biscotti caldi, aggiungono croccantezza e una nota tostata.

Non ci sono solo i biscotti graham a fare da cornice a questo delizioso sandwich dolce; puoi sbizzarrirti con biscotti al cioccolato, speculoos o perfino waffle tostati per aggiungere carattere e texture. E se i marshmallows classici non bastano, perchè non provare quelli aromatizzati o addirittura fatti in casa, magari con una spolverata di cannella o cocco per un tocco tropicale?

Per chi ama i contrasti, l’aggiunta di una fetta di bacon croccante o l’uso di cioccolato fondente darà al tuo s’more quella svolta salata o amara che fa esplodere il gusto in bocca. E per i più avventurosi, pensate ad una versione s’more destrutturata dove ingredienti come mousse al cioccolato, gelatina di marshmallow e briciole di biscotto creano un dessert al piatto degno di un ristorante stellato.

E non dimentichiamo le versioni fredde, con gelato al posto del marshmallow caldo, perfette per le calure estive o semplicemente per aggiungere un ulteriore livello di indulgenza. Le opportunità sono infinite, ogni variante un pretesto per ravvivare un classico, un’occasione per riunirsi intorno al fuoco e scrivere nuove pagine della tradizione dello s’more. Quindi, quale sarà la prossima variante che proverai?